post

4 Novembre 1966 > Gruppo di lavoro > CSE Marco Benvenuti: voce del 50° anniversario dell’Alluvione di Firenze

post cover

CSE Marco Benvenuti: voce del 50° anniversario dell’Alluvione di Firenze

Il Capo Squadra Esperto Marco Benvenuti, con un trascorso da Ex atleta Squadra Nazionale di Canottaggio, amante delle attività all’aria aperta e della campagna oltre ad essere un gigante con un cuore da vero “Pompiere”.

Marco è da molti anni nel Corpo Nazionale e questa professione la fa con dei principi e valori saldi, nonostante le varie vicissitudini avessero potuto minare il suo entusiasmo e la sua passione di essere un Vigile del Fuoco.

Il Capo Squadra Benvenuti sarà colui che svolgerà il ruolo più difficile in questa manifestazione perché sarà lo speaker nelle convention e l’interprete di tutti i messaggi volti alle scuole di ogni ordine e grado. Porterà la propria testimonianza e la propria esperienza di anni tra macerie, alluvioni e soccorsi tecnici urgenti.

Marco in queste sessioni non parlerà dei soliti tecnicismi perché lui trasferirà emozioni e necessità tecniche che partono dalla base di chi sulle calamità le vive a 360°, dal rapporto con le vittime, dalla necessità di avere un supporto per le cose che vede e per riuscire a colmare il costante rimpianto che forse si poteva fare di più marco parlerà anche della strumentazione tecnica che esiste e quella che dovrebbe essere inventata, aprirà una porta di sicura collaborazione con le Università soprattutto di Ingegneria, Architettura e Psicologia per la parte umana di supporto e di assistenza anche all’operatore.

Marco ha avuto esperienze in diversi terremoti come Umbria, L’aquila, Amatrice oltre l’Emergenza della Costa Concordia e numerose alluvioni. Componente della squadra USAR ha partecipato alla esperienza in Danimarca 2015; nel suo curriculum vitae professionale troviamo la Missione Arcobaleno Kukes, il Convegno Fire5 Lisbona 2008 e la Esercitazione.

Quando gli chiediamo quale sia il ricordo più vivo Marco risponde

“nessuno escluso, perché ogni giorno si aggiunge un tassello…troppo difficile scegliere. Il Vigile del Fuoco è una professione che dà opportunità esclusive in fatto di confronto con se stessi e con gli altri”

Benvenuti, infine, con gli occhi ancora fiduciosi che qualcosa possa cambiare lancia un messaggio che si augura venga letto come una promessa per il futuro

Spero che gli Alti Dirigenti del Corpo Nazionale siano più vicini alla base operativa e più disposti a comprendere la realtà di chi sta sul “fronte”.